Futureworks: innovativi anche nel management

Portrait Christina Lipp und Karla Bavoljak

Futureworks: innovativi anche nel management

Come svolgeremo l’attività dirigenziale in futuro? In modo cooperativo, flessibile e sulla base del consenso. La cultura manageriale di Futureworks AG, agenzia creativa e di brand consulting di Vita, ci offre già oggi un’anticipazione di quel che sarà il mondo del lavoro di domani.
Futureworks
La prima sorpresa consiste nel fatto che il trio dirigenziale di Futureworks non ha ambiti di competenza rigidamente delimitati. Dipenderà dal fatto che il Management Team sia composto in maggioranza da donne? Christina Lipp, Charlotta Falk e Karla Bavoljak condividono la responsabilità direttiva nella Creative Consultancy con il fondatore ed Executive Director Walter Stulzer. «Anche lui però non dirige da padrone, ma si ritiene primariamente uno sparring partner e primus inter pares», spiega il suo Management Team.

Prendere insieme le decisioni importanti

Le decisioni importanti, come reclutamento, sviluppo continuo, pianificazione delle risorse o la scelta della previdenza professionale con Vita, sono adottate dal Management Team congiuntamente. Una netta ripartizione delle competenze c’è solo nella collaborazione con i clienti, che così possono fare affidamento su una referente e persona di fiducia fissa. «Descriverei la modalità di svolgimento del nostro lavoro come collaborativa, costruttiva e collettiva», afferma Christina Lipp. Questo mindset ispira anche la collaborazione con i clienti: «Da noi empatia e interdisciplinarità non sono solo parole, ma influenzano profondamente la nostra cultura aziendale». Non è un caso che in Futureworks operi un gruppo di persone molto variegato con specializzazioni e skill individuali: «Solo l’interazione tra tutti gli elementi ci rende quel che siamo».

Descriverei la modalità di svolgimento del nostro lavoro come collaborativa, costruttiva e collettiva.


Christina Lipp

Non conta il genere, ma la competenza

Karla Bavoljak aggiunge: «Naturalmente non la pensiamo sempre tutti allo stesso modo. Ma quando prendiamo una decisione insieme, insieme la sosteniamo. Grazie alla nostra cultura aperta della comunicazione possiamo fare della nostra varietà un punto di forza, a tutti i livelli». La diversità non deriva pertanto da quote di genere o programmi, ma nasce del tutto naturalmente. «Da noi contano sempre e solo competenza e professionalità. Perciò non siamo alla ricerca di un genere, ma di personalità che ben si adattino a noi e ai nostri clienti».

Perciò non siamo alla ricerca di un genere, ma di personalità che ben si adattino a noi e ai nostri clienti.


Karla Bavoljak

Distanziamento spaziale, vicinanza emotiva

In questa pandemia da coronavirus Futureworks ha tratto grandi benefici dal suo particolare modo di intendere la collaborazione: la maggior parte dei collaboratori è passata alla modalità home office senza soluzione di continuità. «Cerchiamo sempre di assistere i clienti con la nostra consulenza e di offrire loro soluzioni», spiega Christina Lipp. «Questo principio vale in modo particolare in periodi di crisi. Ho l’impressione che siamo riusciti a essere all’altezza di questa situazione complessa, grazie alla nostra grande trasparenza, autoriflessione e maturità nel settore». Karla Bavoljak ha osservato che i collaboratori erano sì distanziati a livello di spazio, ma uniti nell’approcciarsi a temi, contenuti ed emozioni: «C’è un’atmosfera molto amichevole e cordiale, con un’attenzione particolare per il lavoro».

La tecnologia può aiutare, ma conta la cultura

Grazie a moderne soluzioni di IT, Futureworks ha potuto portare avanti senza intoppi i propri progetti e l’intensità degli scambi elettronici è letteralmente esplosa. «La tecnologia ci ha fornito strumenti preziosi, ma in definitiva è la cultura a decidere se la collaborazione continua a funzionare anche in questi periodi di stravolgimento», aggiunge Charlotta Falk. «In questi tempi di radicali cambiamenti, la fiducia e la responsabilità di tutti i collaboratori sono gli elementi su cui si fonda il successo».

In questi tempi di radicali cambiamenti, la fiducia e la responsabilità di tutti i collaboratori sono gli elementi su cui si fonda il successo.


Charlotta Falk

Altri articoli

Foti di Borries Schwesinger e Jonas Hubacher

In Futureworks il futuro è già iniziato

Come lavoreremo in futuro? Più flessibili in termini di luoghi e tempi, sotto la nostra responsabilità personale, orientati ai progetti e in rete. Per Futureworks AG, agenzia creativa e di brand consulting di Vita, si può proprio affermare «un nome, un programma».
Mann sitzt am Schreibtisch und sucht nach Pensionskasse

Il flexwork: ecco come funziona

Cinque consigli per far diventare il flexwork un vantaggio per collaboratori e impresa.
Donna in ufficio a casa

Intervista agli esperti: il flexwork per PMI

Due esperti del flexwork spiegano le opportunità e i rischi di questa forma di lavoro – per l’impresa e i collaboratori.