Da maxon i collaboratori devono stare bene sotto tutti gli aspetti: oggi e anche dopo il pensionamento

Ritorna alla panoramica
Artikel teilen

Da maxon i collaboratori devono stare bene sotto tutti gli aspetti: oggi e anche dopo il pensionamento

L’azienda maxon di Sachseln dà grande importanza al benessere dei collaboratori. Ciò non vale solo per il lavoro quotidiano, ma anche per la previdenza professionale.
Da maxon i collaboratori devono stare bene sotto tutti gli aspetti: oggi e anche dopo il pensionamento
Tra lago e montagna, nel cuore del Canton Obvaldo, ha sede un «gioiello nascosto»: l’azienda maxon di Sachseln, specializzata nella tecnica di propulsione di piccoli motori elettrici ad alta efficienza. I suoi componenti trovano impiego, tra le altre cose, nelle e-bike, nella tecnologia medica e nella ricerca spaziale: i prodotti di punta di maxon sono stati montati su tutti i rover delle missioni su Marte.

Attiva a livello globale e nello stesso tempo di carattere familiare

«Operiamo a livello internazionale, anzi persino interstellare, e abbiamo complessivamente 3’000 collaboratori in 38 sedi nazionali presenti in tutto il mondo», spiega Stefan Preier, responsabile del personale presso maxon. Nello stesso tempo, l’azienda dà grande importanza a una cultura aziendale personale e familiare. I collaboratori non devono sentirsi dei semplici numeri, bensì apprezzati come individui. «Desideriamo che si considerino parte dell’azienda familiare, che stiano bene e che si sentano a proprio agio. Perché queste sono le condizioni ottimali per avere successo insieme».

In Svizzera lavorano circa 1’300 collaboratori. La sede principale si trova lontano dalle metropoli, nella tranquilla cittadina di Sachseln presso il lago di Sarnen. Questo aspetto non mina minimamente l’attrattiva dell’azienda come datore di lavoro, sottolinea Stefan Preier: «Conquistiamo i nostri talenti grazie ai nostri progetti entusiasmanti e al nostro bel paesaggio, con numerose opportunità di praticare sport nella natura. I candidati sono inoltre incentivati dalla possibilità di assumersi molte responsabilità nel giro di poco tempo, e di crescere così dal punto di vista umano e professionale».

Cultura del rispetto e buone condizioni d’impiego

Dominik Angehrn lo conferma in tutto e per tutto. L’ingegnere elettronico è alla guida del team di hardware che sviluppa componenti elettroniche per la tecnologia di misurazione: «Una caratteristica tipica della cultura che regna da maxon è l’atteggiamento di grande rispetto». Dominik Angehrn considera maxon un datore di lavoro che ha a cuore il benessere dei collaboratori: «Per dirla in breve: un bel luogo di lavoro, un’infrastruttura eccellente e buone condizioni d’impiego».

Per offrire ai collaboratori condizioni quadro ottimali anche per il futuro, Stefan Preier attribuisce grande importanza a una soluzione di cassa pensioni ben elaborata. Per questo motivo, da molti anni maxon si affida a Vita e Zurich. Un aspetto sta particolarmente a cuore al capo del personale: «Vorrei che i collaboratori ricevessero quanto versano, senza ridistribuzioni. Questo per me significa fairplay». Questa parità di trattamento tra collaboratori e pensionati è assicurata dalla nuova e innovativa soluzione di Vita Invest: ogni cliente ha la propria cassa pensioni e i proventi sono accreditati interamente ai collaboratori assicurati. «In tal modo possediamo un maggior margine d’azione nella strategia d’investimento e i nostri assicurati ricevono, nel saldo, una remunerazione decisamente migliore. Desidero infatti che i nostri collaboratori stiano bene non solo adesso, ma anche dopo il pensionamento».

Vorrei che i collaboratori ricevessero quanto versano, senza ridistribuzioni. Questo per me significa fairplay


Stefan Preier

Informare e spiegare

Per consentire ai collaboratori di comprendere le diverse interrelazioni della previdenza professionale, maxon organizza workshop informativi. «La nostra non è una qualsiasi soluzione standard, bensì è adattata su misura alle nostre esigenze», spiega Stefan Preier. «Da anni abbiamo in atto una collaborazione valida e di fiducia con il nostro partner Zurich. Sono convinto che abbiamo la migliore soluzione al momento disponibile sul mercato per la nostra situazione. Desidero trasmettere questa fiducia anche ai miei collaboratori e mostrare loro quanto siano versatili le opportunità fornite dalla soluzione di cassa pensioni».

Una di queste è il pensionamento flessibile, di cui probabilmente beneficeranno anche Stefan Preier e Dominik Angehrn: «Posso ben immaginare di lavorare anche oltre l’età di pensionamento ordinaria», afferma Angehrn. Stefan Preier invece non ha ancora deciso: «Ho ipotizzato diversi scenari; vedremo quale di questi si rivelerà il più adatto». Entrambi sono comunque concordi su una cosa: un’elevata remunerazione degli averi di vecchiaia è il requisito per un futuro pianificabile e senza problemi.

Il concetto Vita Invest

L’offerta di Vita Invest per la previdenza professionale è caratterizzata da più livelli. Innanzitutto, ogni impresa beneficia interamente dei redditi di investimento che essa stessa ha conseguito. Secondariamente, Vita Invest assicura un equo trattamento intergenerazionale, dal momento che lavoratori e beneficiari di rendita hanno le stesse garanzie e beneficiano direttamente e in ugual misura dei successi degli investimenti: i lavoratori grazie a una remunerazione più elevata, i beneficiari di rendita con una rendita finanziata dalla partecipazione alle eccedenze. In terzo luogo, le prestazioni di rischio per decesso e incapacità di guadagno possono essere adeguate individualmente alle esigenze di ogni impresa. Così il fairplay entra nella previdenza professionale. In tal modo è possibile ottimizzare la remunerazione degli averi di risparmio: nel 2021, la Fondazione ha conseguito una remunerazione media di oltre il 9 percento sull’avere di vecchiaia degli assicurati. Questi tassi sono decisamente superiori alla remunerazione minima dell’1 percento prevista dalla legge. Inoltre: non solo le imprese medio-grandi come maxon possono beneficiare di questa soluzione, ma anche le piccole imprese a partire da tre collaboratori. Insieme, Zurich e le quattro fondazioni collettive Vita offrono una soluzione previdenziale adatta ad ogni PMI - per un maggiore fairplay nella previdenza professionale.

Fairplay nella previdenza professionale

Vita si impegna per un fairplay nella previdenza professionale e fornisce informazioni trasparenti sulla ridistribuzione. Inoltre, Vita realizza prodotti previdenziali che guardano al futuro e vi assiste nella scelta della soluzione adatta a voi.

Per saperne di più